30 maggio 2012

Libera il tuo potenziale creativo

Ci fu un tempo in cui la terra era piatta, o meglio, questo è quello che si pensava.
La realtà era quella: la terra era piatta e si trovava al centro dell'universo.
Sopra c'era il cielo e sotto la terra.
Si nasceva, viveva e moriva con quel concetto.
Irreale era pensare diversamente.
Irreale, blasfemo e ridicolo immaginarsi sospesi nel vuoto sopra un piccolissimo pianeta sferico,
sperduti in un universo infinito senza centro. Senza un alto e un basso.
La rivoluzione Copernicana spostò il nostro geocentrismo verso il Sole e
ci condusse poi verso la comprensione dell'inesistente centro cosmico fisico.

Poi venne il turno della scoperta sull'origine della specie.
Partendo dall'organismo unicellulare, l'essere vivente
prese piano piano coscienza di sé e dell'universo esterno; con un "dentro" e un "fuori".
Si evolse quindi, in varie specie animali, il cui culmine (almeno per ora) è la persona umana.
Si scopre che l'uomo non è più il solo centro e... nemmeno l'apice della natura vivente.

Ora, in questa epoca, siamo chiamati a ri-vedere con occhi nuovi, la realtà che osserviamo quotidianamente.
La fisica quantistica, infatti è la nuova frontiera scientifica sulla quale svolgere il nostro sguardo.
I nostri pensieri sono partecipi attivi della creazione della realtà, e
la nostra mente fisica non è il solo centro nativo dei nostri pensieri!
Questa entusiasmante scoperta, se compresa e assimilata, ci slega dai (pre)concetti fossilizzati nella nostra mente e libera il nostro potenziale creativo.

A questo proposito vi propongo la visione di questo "illuminante" video.
Buona visione e... comprensione :-)

Nessun commento:

Post più popolari

Archivio dei post

- Clicca sulle frecce nere per espandere e leggere i titoli
- clicca sui titoli per leggere il post.