27 febbraio 2008

Usare il PC per esprimere l'artista pittore che è in noi

Per chi vuole scoprire ed esprimere la propria vena artistica di pittore usando il PC, pubblico "qui sotto" un interesantissimo ed esclusivo articolo di Paola alias Pam (clicca sulle immagini per ingrandirle)

Fino a poco tempo fa una persona dotata di fantasia e con buona manualità poteva decidere di fare il pittore.
Pittore non inteso come si dice a Roma = imbianchino, ma pittore artista che esprimeva le sue capacità su tela, legno, muro e tutto quello che gli capitava sotto mano.
Ora, pur continuando ad esistere questa forma di espressione nelle forme tradizionali, con l'avvento del pc anche gli artisti hanno a disposizione un nuovo mezzo di espressione.

Anch'io, da brava dilettante, mi sono sempre cimentata con la pittura tradizionale: olio, tempera, acrilici, acquarelli, pastelli ecc. ecc.
Ora mi sono modernizzata e mi esprimo anche attraverso il pc con delle nuove forme di espressione.
Ho iniziato circa 8 anni fa a manipolare un software di grafica e non avendo nessuno che mi insegnasse, sono andata per tentativi finché ho imparato a giostrarmelo per i miei usi.

I miei lavori non saprei come definirli, sono dei collage fotomontati fatti con parti di fotografie e oggetti assemblati ritagliati da altre immagini, applico degli effetti speciali e dei filtri, aggiungo alle volte cornici e pennellate astratte: insomma tutto quello che alla fine porta alla creazione della mia "opera d'arte".
Per mettere alla prova le mie capacità e verificare quanto le persone gradissero i miei lavori, nel mese di agosto dello scorso anno ho partecipato al mio primo contest grafico e ho vinto il primo premio.
Da allora ho messo dei miei lavori in 7 contest realizzando 6 primi posti.
Penso di poter essere più che soddisfatta del consenso ottenuto.

Oltre a produrre questi collage, da pochissimo mi cimento anche nel painting.
Cos'è? Praticamente dipingere un quadro invece che sulla tela, sul pc.
Bisogna avere una tavoletta grafica che fisicamente è proprio un piccolo supporto di plastica in formato dall' A6 all'A4.
Questa è dotata di una penna che somiglia in tutto e per tutto ad una penna a sfera.La punta di questa penna interagisce con la superficie della tavoletta ed è sensibile alla pressione per cui tenendola in mano, si disegna o si dipinge come con una matita o un pennello.

C'è una tavolozza colori con milioni di colori e la penna ha la possibilità di diventare matita, pastello, pennello, rullo,penna, spatola. I colori si possono selezionare tra acquarelli ,pastelli a cera, gessetti od olio e si possono diluire o mantenere pastosi a seconda dell'effetto che si vuole ottenere.Addirittura si può stendere il colore direttamente dal "tubetto" digitale ed avere degli agglomerati di pasta colorata simili alla vera pasta ad olio.

Insomma il lavoro è lo stesso di quello tradizionale con il vantaggio che in digitale si può scegliere se fare asciugare subito o mantenere bagnato il colore per un migliore amalgamamento nel dipinto.
In più niente consumi di materiale (pennelli, tele, colori) e sopratutto niente mani sporche di colore e niente puzza di solventi!

Dopo essere passata a questa tecnica non potevo non interessarmi anche al "Matte Painting".
Questa è una tecnica usata in cinematografia per creare fondali. Una volta erano usate delle lastre di vetro che venivano dipinte con la scena di sfondo, ora col digitale questo sistema non si usa più ma si prepara tutto al computer.Praticamente anche qui vengono mischiate parti di foto con sapienti fotomontaggi e parti di dipinto con tavoletta grafica.

Lo scopo di questi scenari è ricreare delle ambientazioni che altrimenti sarebbero impossibili nella realtà per l'inesistenza dei luoghi o i costi troppo elevati per girare le scene in luoghi reali.Un esempio di queste scene si vede nel film "Il signore degli Anelli" dove tutte le scene e i luoghi fantastici sono creati col "matte painting" al computer.
Adesso dopo tante parole direi di passare all'esposizione dei miei lavori:
i primi 4 e l'ultimo in basso, sono le opere con cui ho vinto i contest grafici a tema (rispettivamente: carnevale- 2 per S.Valentino - estate - la frutta).
La quinta, sesta e settima opera, sono dipinti eseguiti con la tavoletta grafica e quello qui in alto è un mio "matte painting".
Il luogo è l'interno del Duomo di Orvieto ambientato in una rappresentazione drammatica di abbandono e degrado.
Sperando che i miei lavori siano stati di vostro gradimento vi saluto e vi ringrazio dell'attenzione che mi avete dedicato.
Paola alias Pam

22 febbraio 2008

Power of People

16 febbraio 2008

Democrazia , dal greco: Governo del Popolo ...


Considerato:

che il termine Democrazia (dal greco: Governo del Popolo) non si presta ad equivoci interpretativi per cui, in regime democratico, ad ogni membro del corpo politico devono essere attribuiti la titolarità e l’esercizio del potere sovrano;

che la forma storicamente assunta dall’ordinamento politico democratico, quella rappresentativa, riconosce formalmente al popolo la titolarità del potere sovrano ma, attraverso il meccanismo della delega, impedisce di fatto ai cittadini di esercitarlo direttamente;

che gli strumenti di partecipazione democratica previsti in regime rappresentativo (i partiti politici), invece di costituire veicolo attraverso cui la volontà dei cittadini diventa volontà dello Stato, sono diventati di fatto organizzazioni in cui prevale la volontà di ristrette elites;

che la sola democrazia politica non è sufficiente a garantire una adeguata democratizzazione della società per cui occorre che il metodo democratico partecipativo sia esteso anche alla sfera socioeconomica (democrazia economica, industriale, fiscale);

che è dovere di ogni spirito autenticamente democratico contribuire affinché la forma storicamente assunta dai regimi democratici evolva verso l’attuazione concreta del significato etimologico del termine democrazia;

per questi motivi: il Movimento dei Democratici Diretti coerentemente con i principi della democrazia diretta e partecipativa così come espressi nella Carta dei Principi organicamente parte di questo statuto,

persegue l’obiettivo politico di modificare le istituzioni così che cittadini possano esercitare direttamente il loro potere sovrano di decidere rispetto ad ogni scelta che li riguardi in ogni ambito (politico, economico, fiscale, sociale…), nei modi e nei tempi storicamente realizzabili, al fine di edificare un mondo più pacifico, più equo e più rispettoso dell’ambiente, di ogni essere vivente, in particolare per la piena realizzazione dei diritti di ogni essere umano così come enunciati dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

pratica da subito al proprio interno i principi e gli obiettivi che persegue al proprio esterno, implementando ogni strumento tecnico e normativo che consenta il massimo della partecipazione ad ogni singolo iscritto relativamente alla intera gestione dell’organizzazione stessa secondo lo statuto e i regolamenti che dovranno avere la caratteristica fondamentale di essere sempre sotto il controllo e modificabili in qualsiasi momento dagli iscritti secondo le procedure e le maggioranze indicate nello statuto.

da art.1 Preambolo - Statuto dei Democratici Diretti

03 febbraio 2008

Come cambiare forma al tuo blog-ger !


Oggi mi sono deciso.
Ho cambiato forma al mio blog.
Bello no !?

Se avete il vostro blog sul servizio blogger,
ecco come fare per cambiare la forma.

La forma del blog viene tecnicamente chiamata template o Modello.
Alcuni modelli li trovi direttamente sul pannello di controllo del tuo blog-ger.
E' sufficiente andare sulla scheda Modello e scegliere la sottovoce "Scegli nuovo modello".
Ma le scelte sono molto limitate.

Vediamo come avere un modello più originale e professionale.

Prima di procedere dovrai, salvare o copiare tutti i widget,
ovvero tutti gli elementi che vengono caricati solitamente sulla colonna più stretta, ovvero, le statistiche, i socialnetwork, eccetera.
Tutti i post/articoli, invece rimangono memorizzati,
e non occorre ri-postarli.

Clicca su questa pagina
mashable.com
e scegli il modello.
Clicca sul link che si trova sopra il modello.
Nel mio caso ho cliccato su Illacrimo .
Più in basso ho trovato le voci
"Demo" dalla quale ho visualizzato un esempio del modello a schermo intero,
"Descargar" dal quale ho scaricato il file del modello.

Quindi per poter procedere, scarica il file del modello.
Solitamente il file è in formato zip.
Quindi una volta scaricato, dovrai decomprimerlo,
cliccandoci sopra con il tasto destro e scegliendo la voce estrai (o similari).

A questo punto entra nel pannello del tuo blog,
clicca sulla scheda "Modello" e quindi sulla sottoscheda "Modifica HTML"

Prima di mettere mano alle modifiche,
clicca su "Scarica modello completo" e salva il modello originale.
Quest'ultimo ti servirà, se vorrai ripristinare il vecchio modello.

Ti ricordo ancora, che tutti (o quasi tutti) gli elementi verranno cancellati,
mentre i post o articoli rimangono nel database e quindi saranno subito visibili nel tuo blog "trasformato" dal cambiamento del modello.

Clicca sul pulsante "sfoglia",
vai sulla cartella dove hai scompattato il file che hai scaricato
fai doppio clic sul file/template.

Clicca sul pulsante "Carica",
clicca sul pulsante "Conferma e salva" per confermare
oppure clicca sul pulsante "Annulla" per annullare l'operazione.

Oppure prima di confermare la scelta, potrai
cliccare sul pulsante "Anteprima" (posto più in basso).
In seguito, se la scelta ti aggrada, clicca sul pulsante "Salva modello".

Per poi personalizzare i link che si trovano nella parte alta del blog,
dovrai modificare "a mano" il modello sempre dalla sottoscheda "Modifica HTML".
Ad esempio io ho modificato i link che vedi sopra:
Inizio, PCdaZero, Programmi gratis, Excel, Condividere,
in questo modo:
Dalla sottoscheda "Modifica HTML",
ho cliccato all'interno dell riquadro del codice,
da tastiera ho premuto CTRL + F
nella casella di ricerca apertasi ho digitato il nome dei link precedenti (inicio) + Invio
In questo modo ho subito visualizzato la parte di codice da modificare.

Ho modificato
href='#' in
href='http://blogdazero.blogspot.com/search/label/pcdazero'
title='Fotos' in title='PCdaZero'
Fotos in PCdaZero

Elemento fondamentale è
href='http://blogdazero.blogspot.com/search/label/pcdazero'
che dovrai personalizzarlo in questo modo:
href='http://TUOBLOG.blogspot.com/search/label/TUAETICHETTAoTAG'

... e così via per gli altri link.
Al termine clicca sul pulsante "Salva modello"

Post più popolari

Archivio dei post

- Clicca sulle frecce nere per espandere e leggere i titoli
- clicca sui titoli per leggere il post.