31 ottobre 2008

Guida e test per conoscere la posizione geografica degli stati del mondo


Quanti sono gli stati del mondo ?
Quali sono e ... cosa ancor più ardua dove si trovano ?
Qui su Wikipedia c'è una esauriente guida:

Cliccando sul relativo nome, verrà aperta una scheda dove viene indicata anche la posizione geografica del paese.

Per verificare poi, la propria conoscenza geografica degli stati,
- vai su questo link: www.gamedesign.jp/flash/worldmap/worldmap.html
- clicca su Start
- leggi in basso lo stato da cercare nella mappa
- clicca sulla mappa la posizione in cui si trova (hai 20 secondi di tempo)
Se necessario, usa il comando zoom (posto a sinistra) per individuare meglio gli stati più piccoli.

26 ottobre 2008

L’e-book più scaricato in Italia, da lulu.com


Ieri, inserendo il mio nome nel motore di ricerca http://www.123people.com/
ho scoperto questi articoli:
http://www.lamianotizia.com/
http://italianpress.blogspot.com/
http://www.booksblog.it/

Dove viene segnalato che:
"l’e-book più scaricato in Italia è il libro gratuito Pc da zero di Gianni Crestani, che potete trovare a questo link. Ben 17.000 sono stati gli utenti a scaricare la prima edizione del testo online."


05 ottobre 2008

Obbiettivo Scuola - Diritto all'educazione per i bambini di strada

Milioni di bambini vivono e lavorano in strada. Milioni di bambini a cui sono negate l'infanzia e la speranza in un futuro migliore. Ogni bambino ha diritto all'istruzione. Per milioni di bambini la scuola è un sogno, aiutaci a realizzarlo.

Firma anche tu la petizione



Io sono presente
Gianni Crestani

03 ottobre 2008

Scenari inquietanti sull'energia Nucleare



«Arrivai al reattore alle 6 del mattino. L'esplosione era avvenuta all'1.23. Non ne sapevo niente e all'alba uscii di casa per raggiungere la centrale. Sull'autobus si parlava di un guasto ma nessuno sapeva. Solo quando calpestai la graffite contenuta nei locali dove avviene la reazione capii. Cominciai subito a lavorare con la mia squadra di elettricisti per rimettere in funzione le turbine. Fummo i primi ad arrivare da fuori, fino ad allora erano intervenuti i colleghi di turno e i vigili del fuoco.» [Anatoly Kolyadin, 57 anni]

Anatoly perde la pelle delle gambe tre volte all'anno, soffre di dolori alle articolazioni e fulminanti emicranie. E' uno dei rari sopravvissuti a Chernobyl, anche se in quelle ore assorbì una quantità di radiazioni mai calcolata. Le prime squadre dei pompieri semplicemente si dissolsero nel giro di qualche settimana. Oltre quattromila morti secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ma la vera cifra non si saprà mai. Il reattore venne chiuso in un sarcofago di cemento, per bloccare la fuga radioattiva. Oggi quel sarcofago sta già cedendo.


fonte: http://www.youtube.com/watch?v=3IJ8MOMNCFw

Post più popolari

Archivio dei post

- Clicca sulle frecce nere per espandere e leggere i titoli
- clicca sui titoli per leggere il post.