Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2014

La dipendenza è profondamente disumanizzazione

La parola "dipendenza" è immediatamente associata all'abuso di qualche sostanza: dipendenza dall'alcol, dal tabacco, dalle droghe. Sicuramente queste ultime sono quelle più diffuse e procurano un danno enorme alla società umana, ma la dipendenza di cui si discute in questa sede ha un'accezione più ampia. Secondo la psicologia buddhista, la dipendenza comprende qualsiasi bisogno compulsivo di possedere o di sperimentare qualcosa. È caratterizzata dalla convinzione che "devo avere... per essere felice". Si può essere dipendenti dall'accumulazione di capitale, dai beni materiali, dallo shopping, dal potere, dal lavoro, dai divertimenti, dal cibo o dal sesso. La schiavitù e l'ossessione che caratterizza le dipendenze restringono drasticamente la prospettiva. Esse si concentrano infatti sull'esperienza immediata, sulla gratificazione momentanea dei desideri. Direttamente o indirettamente, tendono a intorpidirci e a ridurre la nostra consapevol…