Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2012

Povero non è chi possiede poco ma veramente povero è chi necessita infinitamente tanto

Povero non è chi possiede poco
ma veramente povero è chi necessita infinitamente tanto
... e desidera, desidera, e desidera sempre più!

Il Presidente dell'Uruguay Josè "Pepe" Mujica tocca i cuori con la sua semplice, inoppugnabile, coraggiosa verità.
E' l'uomo che governa il mercato o il mercato che governa l'uomo? Un discorso che passerà alla storia.
Pepe Mujica, noto come "il presidente più povero del mondo", ha attualmente 77 anni, vive nella sua casa modesta, devolve il 90% del suo stipendio in beneficenza. E' stato in carcere 14 anni come oppositore del regime.

Nel video puoi leggere la completa traduzione in italiano del discorso di Josè "Pepe" Mujica al G20 tenutosi in Brasile.

Una Rete libera e aperta per un mondo libero e aperto

Internet mette in contatto più di due miliardi di persone in tutto il mondo.

Alcuni governi hanno intenzione di approfittare di un incontro a porte chiuse che si terrà a dicembre per autorizzare la censura e regolamentare Internet in modo restrittivo.

Uniamo i nostri sforzi per mantenere una Rete libera e aperta.

Solo i governi hanno diritto di voto all'ITU. Tra questi governi ci sono anche quelli che non sono a favore di una Rete libera e aperta. Gli ingegneri, le aziende e le persone che costruiscono e utilizzano Internet non hanno diritto di voto.

"Il presupposto per un mondo libero e aperto che è la Rete sia libera e aperta. I governi non dovrebbero decidere del futuro di Internet da soli e a porte chiuse. I miliardi di persone in tutto il mondo che utilizzano Internet devono poter far sentire la propria voce."

Approfondimenti: Che cosa c'è in gioco? - Che cosa puoi fare?

Entriamo nella nostra dimensione interiore

Il più grande bisogno della nostra vita non è il cibo, né lo sono il denaro, il successo, la posizione sociale, la sicurezza, il sesso o l'amore del partner. Molte persone hanno raggiunto questi traguardi e sono rimaste comunque insoddisfatte più di quanto non lo fossero all'inizio della loro avventura. Il nostro bisogno più profondo è infatti un segreto che viene svelato solo quando un individuo è disposto ad aprire la parte più nascosta del proprio sé. 
   Nell'ambito delle antiche tradizioni questa ricerca è paragonata a un tuffo nel mare in cerca della perla più preziosa, spiegando così in maniera poetica che occorre nuotare al largo, ben oltre le acque basse e tranquille, immergendosi senza paura e cercando fino a quando non si trova la perla di incomparabile valore.
   Tale perla è chiamata anche essenza, respiro di Dio, acqua di vita, nettare sacro, definizioni per tutto ciò che nella nostra epoca più prosaica e dominata dalla scienza viene semplicemente raggruppato…